Questa pausa ci voleva

by Rouje

La pausa di novembre per le nazionali arriva come una manna dal cielo. Icardi e compagni hanno infatti bisogno di tirare un po’ il fiato in vista dei prossimi impegni in campionato: con l’Atalanta in casa e la trasferta di Cagliari si presentano due ghiotte occasioni da non mancare, soprattutto per convincere anche i più scettici. I Nerazzurri quest’anno hanno sempre faticato non poco con le compagini medio/piccole e sarebbe eccezionale se l’Inter riuscisse a fornire due prestazioni convincenti con due squadre sì abbordabili, ma sicuramente da non prendere sotto gamba. Grazie (si fa per dire) ad una contusione al ginocchio, Icardi potrà rifiatare in modo da evitare altri scivoloni come quelli visti in casa col Torino. Il capitano Nerazzurro sotto porta è stato molto meno freddo del solito e questo ha fatto sì che all’Inter mancasse la sua principale forza impattante. Riposeranno probabilmente anche Gagliardini e D’Ambrosio, convocati sì da Ventura ma difficilmente nella formazione titolare degli Azzurri, e riposerà anche Borja Valero, “Man of the match” a Verona e stakanovista contro il Toro. Il centrocampista spagnolo ha ora più che mai bisogno d’ossigeno, dato che ogni volta che lo si è visto abbandonare il campo prima del novantesimo minuto l’Inter ha sempre sofferto il palleggio avversario in partite fino a quel momento dominate, esponendosi a rischi evitabilissimi. La tenuta fisica di Borja Valero sarà fondamentale per poter pensare di mantenere un buon ruolino di marcia fino alla fine del campionato. In quest’ottica diventa importantissimo l’eventuale acquisto di Ramires, che arriverebbe in prestito a gennaio grazie al lavoro svolto da Sabatini negli ultimi mesi. Il brasiliano fino a pochi anni fa calcava il prestigioso palcoscenico della Premier League, impressionando per la sua duttilità e fisicità, unite comunque a una tecnica niente male. La cifra irrisoria dell’affare rappresenterebbe un ulteriore elemento a favore della bontà dell’operazione, fondamentale soprattutto per rimpinguare l’organico abbastanza scarno dei Nerazzurri.

Un capitolo a parte è invece quello della difesa: con uno Skriniar finora sempre sugli scudi, Miranda sembra invece non sempre sicuro, alternando prestazioni ottime ad altre un po’ meno brillanti. In questo dovrà venire in soccorso il mercato di gennaio, nel quale si dovrà assolutamente cercare di arrivare a un nuovo difensore centrale. Il nuovo elemento non dovrà essere necessariamente giovane e fortissimo: basterà infatti un difensore di esperienza, in grado di poter disputare le partite meno importanti per far riposare il trentatreenne brasiliano, non più all’apice della tenuta fisica. Merita una parentesi anche Joao Mario, che dal ritiro del Portogallo ha esternato dichiarazioni non proprio esaltanti sul suo scarso minutaggio in questa stagione. In caso di un suo prossimo addio, gli scenari più quotati condurrebbero ad un suo approdo al PSG, o tramite uno scambio secco con Pastore, oppure sotto corrispettivo di una somma cash da indirizzare poi verso un nuovo mediano o un nuovo centrale. Di questo se ne riparlerà però a gennaio. E chissà se per allora Spalletti non avrà compiuto un altro miracolo resuscitando il trequartista lusitano. Staremo a vedere.

Va tenuto conto inoltre che l’Inter ha da sfoderare ancora diversi assi nella manica: il giovane Karamoh è sempre sull’attenti, in attesa di preziose chances da non sprecare assolutamente. Una volta completato il suo percorso di catechizzazione, staremo a vedere se e come Spalletti deciderà di utilizzarlo. In più, sia Joao Cancelo che Dalbert scalpitano in attesa di una maglia da titolari: se per il primo la conferma nella prossima stagione è tutt’altro che scontata (è arrivato dal Valencia con un prestito la cui cifra per il riscatto è molto alta), il secondo è un investimento da far fruttare. Sarebbe un vero peccato, sia calcistico che finanziario, se Dalbert non riuscisse a far sua una fascia sinistra che necessita di rinnovamento, nonostante le buone prestazioni del sempiterno Nagatomo.

In attesa di ulteriori sviluppi l’Inter si gode un meritato riposo autunnale, cercando di rifiatare e sperando che i giocatori impegnati con le rispettive nazionali tornino in forze e senza acciacchi. Da qui a dicembre l’impegno e la concentrazione dovranno essere al massimo per evitare scivoloni indesiderati.

13/11/2017 Categories: InterInDeep Libero pensiero
©dopolavorointer.com
Rate this Content 8 Votes
You must sign in to this site to post comments.



Seguici anche su

   


I Social ufficiali FC Inter

Inter TwetterInter FBInter YoutubeInter Instagram


 

 

desparentsautop.com

Consigli

per genitori al top!


desparentsautop.com/

 


 

Related Posts