Limbo

by Blackandlightblue

 

Il 23 giugno 2010 i tifosi interisti sono stati intrappolati in un limbo, dove tutto è bianco, silenzioso, calmo.

“La transizione” dicevano, pensando di tranquillizzare i tifosi…ma si sono dimenticati di indicare la durata.

7 anni di limbo sono un periodo piuttosto lungo e gli effetti della solitudine, del silenzio, del vuoto, della fame e del chiarore di tutto quel bianco si sono fatti sentire.

Qualcuno è riuscito a trovare una nocciolina da mangiare…

 

 Altri sono stati meno fortunati…

 

L’assurdo copione ha trasceso spazio e tempo, reale e irreale, fisico e spirito, portando la ripresa degli allenamenti al 3 gennaio per fare capodanno in Argentina, il provino di Carew, l’allenatore apprendista, “sono tutte finali”, i codici, l’infinità di “calcio d’angoli”, la settimana Schalke 04-Derby, il tridente Schelotto-Rocchi-Alvarez, le maglie nere, il libro del capitano, “Medel imprescindibile”, il Financial Fair Play, le rose costruite a caso…e poi ha cominciato anche a piovere.

Delirare è facile di fronte a scenari del genere, soprattutto quando si spendono soldi per andare allo stadio o per abbonarsi a canali che oltre allo spettacolo indegno descritto sopra, costringono a vedere e sentire personaggi, quasi sempre tifosi di quella squadra, che si coprono di ridicolo nel sostenere tesi finte quanto i governanti.

Una vera missione di fede per il tifoso nerazzurro. Il rischio di impazzire è altissimo.

C’è, infatti, chi ha cominciato a parlare da solo…

 

…e chi con una capra...

 

Non è semplice, i sesti, ottavi, settimi, noni, quinti posti sono tristi e deprimenti, soprattutto se in serie. Il tifoso nerazzurro fedele, paziente, sognatore e fiducioso, si è dovuto sorbire una collezione interminabile di errori sotto forma di gestioni folli e irresponsabili, acquisti senza alcun senso, interviste deliranti, partite squallide, sceneggiate grottesche, esoneri, passeggiate per il campo, rinnovi da manicomio.

Non un miglioramento in 7 anni, solo frustrazioni, tempo perso e uno spettacolo indegno.

Una situazione nella quale è piuttosto complesso mantenere equilibrio, lucidità, calma e compostezza.

C’è anche chi ha cominciato ad avere le visioni…

Nonostante tutto questo il tifoso nerazzurro ha resistito nel limbo anno dopo anno, tirando la baracca con fatica.

E’ l’unico che sapeva cosa fare, ma nessuno lo ascoltava.

Ogni tanto, nonostante la forza di volontà, crolla per la stanchezza.

Comprensibile.

Grazie alla fede incrollabile riesce comunque a pensare positivo, sa che Suning riporterà la perla nerazzurra fuori dal limbo.

Presto il tifoso nerazzurro potrà nuovamente veleggiare nelle sue acque preferite, seguendo una nuova rotta con giocatori di livello, organizzazione e possibilità di raggiungere ogni traguardo.

Yo-ho.

30/06/2017 Categories: Libero pensiero
©dopolavorointer.com
Rate this Content 53 Votes
You must sign in to this site to post comments.
Comments are closed on this post.

Related Posts