Le pagellonze di JBJ: Inter - Sampdoria 3-2

by Jon Bon Jovi

Handanovic: Intollerabile la leggerezza con cui assiste al tocco da posizione defilata che vale il 3-1. Qualche responsabilità per la mancata uscita in presa alta sul 3-2 della Sampdoria. Netto passo indietro rispetto alle precedenti performance. Voto 5

D’Ambrosio: Diligente in fase di marcatura, si rende pericoloso con un piatto sinistro su assist rasoterra di Perisic. L’intesa con Candreva è piuttosto collaudata e proficua. Voto 6,5

Skriniar: La preziosa rete del vantaggio, seconda stagionale, è l’ennesima conferma dell’incisività del centrale slovacco. Non ottimale la sua copertura difensiva in alcune circostanze (1 duello vinto e 4 persi, solo 3 i palloni recuperati). Voto 6,5

Miranda: Eccessi di sicurezza portano a situazioni potenzialmente pericolose (6 duelli vinti su 10, 5 palloni recuperati). Il reale problema è l’assenza di valide alternative che gli consentano di rifiatare. Voto 6

Nagatomo: Attento, concentrato, tempestivo nelle diagonali difensive e pungente da fuori area. Voto 6,5

Gagliardini: Dominante sul piano fisico (9 duelli vinti su 11, 4 contrasti aerei vinti su 5 e 5 palloni recuperati), cala in seguito all’uscita di Vecino. Con l’uruguaiano forma un’efficace cerniera di centrocampo. Voto 6,5

Vecino: Sempre nel vivo del gioco, riesce ad esibirsi in buoni spunti e precisi fraseggi. Serve Perisic per l’assist del 3-0. Voto 7

Borja Valero: Sin quando possiede energie e lucidità riesce ad orchestrare con efficacia la manovra d’attacco, senza far mancare il suo contributo difensivo (6 i palloni recuperati). Soffre a seguito dell’arretramento per l’ingresso di Joao Mario. Voto 6,5

Candreva: Subito pericoloso con due conclusioni di destro, sforna una serie di corner insidiosi che fruttano la rete di Skriniar, il palo di Icardi e un intervento decisivo di Puggioni sullo stesso centravanti argentino. Ha il demerito di perdere, in una situazione di gioco non complessa, il pallone del 3-2. Voto 6,5

Perisic: La parabola disegnata su rinvio errato di Puggioni è uno sfortunato capolavoro che si infrange sul palo. Il croato conferma di non essere nelle grazie della dea bendata quando distrugge la traversa su perfetto assist di Icardi. Formidabili alcuni recuperi difensivi, a testimonianza di una grande applicazione tattica. Voto 7,5

Icardi: La rasoiata al volo è splendida nella sua micidiale efficacia. Il palo di testa è più un errore che un gesto atletico e tecnico sfortunato. Si riscatta col tocco di sinistro per il 3-0. Incredibile la sua capacità di coordinazione, sul piano della pura tecnica di tiro è impressionante. Voto 8

Sostituti

Joao Mario: Entra in campo con ciabatte e telo da mare. Serve un approccio più determinato. Spreca, con la complicità di Icardi, due ripartenze in campo aperto. Voto 5,5

Santon: Si fa sovrastare da Quagliarella, meno alto di lui, sul 3-2. S.v.

Eder: Entra con il giusto spirito. S.v.

Allenatore

Spalletti: Un’ora di gioco ad altissimi livelli, con reparti corti, scambi precisi, occasioni a raffica. Senza le dormite del portiere i patimenti finali sarebbero stati minimi. Dimostra di avere poca fiducia nei “sostituti” e il rendimento di questi ultimi pare dargli ragione. In ogni caso chapeau. Voto 7

©dopolavorointer.com
Rate this Content 8 Votes
You must sign in to this site to post comments.



Seguici anche su

   


I Social ufficiali FC Inter

Inter TwetterInter FBInter YoutubeInter Instagram


 

 

desparentsautop.com

Consigli

per genitori al top!


desparentsautop.com/

 


 

Related Posts