Inter Sampdoria 1-2: Le Pagellonze di JBJ

di Jon Bon Jovi

Handanovic: La Sampdoria coglie due volte il palo con le conclusioni di Quagliarella e Bruno Fernandes, prima di trafiggerlo con Schick su assist di Silvestre. Il penalty di Quagliarella, al quale si era precedentemente opposto di piede, è il degno epilogo di un match da incubo. Voto 6

D’Ambrosio: Firma la rete del vantaggio, su cross di Banega e con deviazione fortunosa e determinante. Cerca di supportare Candreva e si rende protagonista di una discreta performance difensiva (8 duelli vinti su 15, 11 palloni recuperati). Nel finale caotico è uno dei pochi a mantenere un barlume di lucidità . Voto 6

Medel: Il gap fisico e atletico con Quagliarella e Schick è palese. Il palo di Bruno Fernandes scaturisce da un intervento falloso sul cileno, non rilevato. Da analoga giocata, irregolare, scaturisce    il corner del pari doriano. Evitabile l’intervento di Medel su Torreira che risulta tristemente decisivo  per le sorti del match. Voto 5

Miranda: Aggressivo e determinato, fornisce una buona prestazione (9 palloni recuperati, 10 duelli vinti su 16). Nervoso, rimedia un giallo per gomitata aerea rifilata a Schick. Voto 6

Ansaldi: Inizio decisamente promettente, con dribbling e incursioni sulla fascia sinistra. La verve del terzino argentino (8 duelli vinti su 10 e 8 palloni recuperati) cede il passo ad un’inutile e improduttiva frenesia nel corso del secondo tempo. Tanti gli errori nei momenti caldi, incluso qualche cross finito direttamente sul fondo. Voto 5

Gagliardini: Quagliarella gli sradica il pallone dai piedi e quasi folgora Handanovic dalla distanza. Rimedia un colpo che ne limita il raggio d’azione e lo mette alla lunga k.o.. Una partita non memorabile, con l’attenuante della presenza di quella nullità tattica di Brozovic. Il centrocampista ex-Atalanta chiude con una precisione nei passaggi del 95%. Voto 5

Brozovic: Schierato al posto di Kondogbia, si esibisce in alcune conclusioni dal limite dell’area che finiscono direttamente fuori dal Meazza. Vaga senza costrutto per il campo (2 duelli vinti su 9), ergendosi a protagonista assoluto del match con la semi-dormita sul pari della Sampdoria e la parata nettissima che segna l’amaro epilogo delle residue ambizioni europee a tinte nerazzurre. Un disastro ambulante. Voto 3

Candreva: Sparacchia mille palloni in area di rigore e fallisce un gol pazzesco dopo respinta di Viviano su Banega. Un paio di assist meriterebbe tuttavia miglior sorte, in particolare il pallone che Icardi spedisce in orbita a 2 metri dalla porta. Voto 5,5

Banega: Piazza l’assist per D’Ambrosio e fallisce due buone occasioni propiziate da belle giocate di Perisic e Icardi. Voto 5,5

Perisic: Quando parte in progressione trasmette la sensazione di poter spaccare la partita, eppure il suo apporto offensivo è, a conti fatti, affatto memorabile. Un assist per Banega, un tiro fiacco e centrale, qualche pallone insidioso e un colpo di testa su cross di Candreva, ben neutralizzato da Viviano. Voto 5

Icardi: Nel primo tempo riesce a partecipare attivamente alla manovra e si rende pericoloso con una girata di testa. La fotografia del suo match è tuttavia il clamoroso, inspiegabile e inaccettabile errore a porta vuota che determina la svolta decisiva del match. La giocata migliore la fa quando è fermato per offside inesistente, uno dei tanti inventati da assistenti vergognosi. Voto 4

 

Sostituti

Kondogbia: Meglio di Gagliardini e Brozovic, fa valere la sua fisicità (4 i palloni recuperati e 8 i duelli vinti su 12) ma risulta particolarmente impreciso nei passaggi (appena il 46% la percentuale di quelli riusciti nella metà campo avversaria). Voto 5,5

Eder: Un tiro potente dalla distanza e poco altro. Voto 5,5

Joao Mario: Buonanotte e sogni d’oro. s.v.

 

Allenatore

Pioli: La mia speranza è che Suning abbia alternative di ben altro carisma, spessore e palmarés. Crolla in modo impietoso dopo una serie di risultati positivi, dimostrando di non possedere la giusta lucidità e capacità di analisi. L’impiego di questo Brozovic porta, come prevedibile e previsto, una serie di scompensi tattici ai quali non pone rimedio. Il caso vuole che sia proprio il croato a risultare decisivo in entrambe le reti doriane. Adesso veda di risollevarsi, il bilancio di un misero punto fra Toro e Samp non depone a suo favore. Voto 4

 

©dopolavorointer.com
Rate this Content 6 Votes
You must sign in to this site to post comments.
Comments are closed on this post.



Seguici anche su

   


I Social ufficiali FC Inter

Inter TwetterInter FBInter YoutubeInter Instagram


 

 

desparentsautop.com

Consigli

per genitori al top!


desparentsautop.com/

 


 

Related Posts