Il punto del weekend

by Mister X

Il punto su questo weekend di campionato è il secondo gol di Mauro Icardi. Un punto esclamativo.

Sì, perché come tutte le belle frasi e le belle storie questo turno di campionato sarebbe rimasto incompleto senza una chiusura netta. 

Fossi un professore di italiano direi che il tema della tredicesima giornata ha un Inizio confuso, la Roma vittoriosa nel derby: non sappiamo se esserne felicemente rassegnati, con la Lazio staccata di un punto in più che può sempre tornare utile, o malinconicamente dilaniati, con i giallorossi virtualmente a pari punti se (ed è un grosso se) dovesse vincere a Genova. Il secondo paragrafo è scolastico: il Milan sconfitto è un topos letterario che ci piace ma proprio per questo messo apposta per accattivarsi facilmente le simpatie dei lettori. Mentiremmo dicendo che non ci fa piacere ma dentro di noi qualcosa ci ricorda che i veri capolavori nascono dall’inaspettato, come un pareggio immotivato che pero ci avrebbe dato la testa della classifica. Ma i rossoneri si sa, rappresentano la banalità del nemico, il lato goffo e prevedibile degno del loro non gioco. 

L’opera però appassiona e arrivata all’atto centrale ecco che ci offre un twist narrativo di alto livello, una Juventus sotto di tre gol, una Juventus con le scorie della nazionale, con gli stessi senatori a fare riunioni tecniche e la stessa mollezza in campo. Chiariamoci, è una piccola sorpresa che sarà limitata a questo capitolo, i bianconeri hanno perso punti per dettagli come un calcio di rigore sbagliato più che per demeriti e inoltre fino a dicembre Allegri ha sempre perso punti recuperando dopo, ma è una sorpresa gradita.

Come dicevamo però a una buona storia serve una conclusione forte e la vittoria dell’Inter va al di là dei meriti numerici. Vincendo di fatica avremmo confermato il cuore, vincendo all’ultimo ci avremmo messo i nervi. Ma in un turno in cui avevamo tutto da perdere ci abbiamo messo un punto. Il secondo gol di Icardi, seguito da una gestione di gara attenta e per la prima volta senza troppi patemi, è il punto ideale alla fine di una bella giornata. Non per la vittoria in sé ma per come è arrivata. Una squadra che affronta la partita con maturità, che sa di dover vincere e vince senza strafare, una squadra che finalmente vede degli sforzi ripagati nell’immediato, senza la tensione di 7 vittorie di fila con 0 punti recuperati come lo scorso anno. Soprattutto un capitano che insieme al nuovo tecnico sa di essere cresciuto e di dover lavorare tanto Ancora. Il riferimento all’Inter di Mancini non è banale e Mauro sa che non abbiamo ancora fatto nulla.

Ora bisogna continuare a rendere la vittoria una normalità, come ha sottolineato Spalletti. Poi per ambizioni maggiori ripassare tra un’altra decina di giornate.

©dopolavorointer.com
Rate this Content 9 Votes
You must sign in to this site to post comments.



Seguici anche su

   


I Social ufficiali FC Inter

Inter TwetterInter FBInter YoutubeInter Instagram


 

 

desparentsautop.com

Consigli

per genitori al top!


desparentsautop.com/

 


 

Related Posts