Hellas Verona-Inter 0-2: le pagellonze

di Jon BonJovi

Handanovic: Serata insolitamente tranquilla, prova ad impensierirlo Romulo in pieno recupero. Lo sloveno risponde con un buon intervento. Moras lo grazia su splendido invito di Iturbe, spedendo la palla fuori con un colpo di testa impreciso. Rilassato. Voto 6,5

Campagnaro: Il blocco difensivo funziona bene e l’argentino sembra aver recuperato una buona condizione fisica. L’attacco dell’Hellas è neutralizzato abbastanza agevolmente. Ritrovato. Voto 6,5

Ranocchia: Il centrale umbro conferma l’ottima prestazione sfoderata contro il Torino e limita senza eccessivi patemi Toni. Lucido. Voto 7

Rolando: E’ il jolly difensivo a disposizione di Mazzarri. Si disimpegna egregiamente sia al centro, sia a sinistra. Costanza di rendimento e lucidità nei recuperi. Il portoghese merita il riscatto dal Porto. Sicurezza. Voto 7

Jonathan: Pone fine ad una serie imbarazzante di partite pessime con una serata da ricordare. L’assist sontuoso per Palacio, identico a quello ‘piazzato’ in Catania-Inter, sarebbe di per sé sufficiente a garantirgli un buon voto. Nella ripresa Jonathan esagera e trova il 2-0 su perfetto filtrante di Hernanes. Illuminato. Voto 7,5

Guarin: Da ricordare un delizioso cross per Icardi, ma la serie di errori successivi è imbarazzante. Cerca la conclusione da fuori area con insistenza, spedendo un paio di palloni fuori dallo stadio. All Black. Voto 5

Cambiasso: La presenza di Hernanes ha effetti benefici. Il centrocampo nerazzurro dispone di maggiore qualità e disciplina tattica, coprendo le lacune atletiche del Cuchu. Dal suo canto Esteban evita di strafare. Diligente. Voto 6,5

Hernanes: Sarebbe da 7 senza quel tuffo fantozziano su cross di Kovacic. Colpisce una traversa con un una punizione terrificante di sinistro, riceve palla e alimenta il gioco. Con lui titolare si vince. Coincidenze? Non credo. Talismano. Voto 6,5

D’Ambrosio: Supera l’esame di ammissione con uno scritto sufficiente e un orale discreto, conquistando il diritto a scendere in campo dal primo minuto. O è solo merito del guaio muscolare lamentato da Nagatomo? Nel dubbio l’ex-granata gioca un primo tempo convincente, calando nella ripresa. Promosso. Voto 6

Icardi: Non è particolarmente fortunato nelle ultime partite, fra rigori negati e traverse clamorose. Movimenti e iniziative in area di rigore lasciano intravedere le qualità del centravanti di razza. Su tutto il resto occorre lavorare. È un 1993, lasciamolo crescere. Collezionista. Voto 6,5

Palacio: Festeggia il rinnovo del contratto sino al 2016 con la rete del vantaggio, con appoggio elementare a porta vuota. Consueta intelligenza tattica e tanta corsa. Puntuale. Voto 7 

Poi

Kovacic: Deliziose le trame a centrocampo con Hernanes, geniale il cross per il brasiliano. Lo vedo giocare con maggiore convinzione nei propri mezzi, che sono notevolissimi. Determinato. Voto 6,5

Zanetti: L’Inter che schianta l’Hellas è talmente solida che persino l’argentino riesce a stare decentemente in campo e a rendersi utile. Tranquillo. Voto 6

Kuzmanovic: Entra al solo fine di perdere qualche secondo. S.v.

 

Mazzarri: L’Inter si conferma squadra pericolosa in trasferta, soprattutto quando dispone di spazi per le ripartenze. La tenuta della difesa è una nota lieta, con sole 2 reti subite negli ultimi 6 incontri. Le prossime sfide casalinghe diranno se la ‘sindrome San Siro’ può essere efficacemente superata. Voto 7

16/03/2014
©dopolavorointer.com
Rate this Content 7 Votes
You must sign in to this site to post comments.
Comments are closed on this post.



Seguici anche su

   


I Social ufficiali FC Inter

Inter TwetterInter FBInter YoutubeInter Instagram


 

 

desparentsautop.com

Consigli

per genitori al top!


desparentsautop.com/