Dyd Stats, EL prematch: Tottenham-Inter

di Dydsix

Care carissime amebe vecchie e nuove, cari zombi più o meno decomposti, cari goblin di blog e forum con il sempiterno vizio della lirica, come direbbe Groucho “chi l’avrebbe mai creso?”

Clamoroso al Cibali!!!

Sapevo che ci saremmo ritrovati qui ad ululare che nonostante una vittoria ottenuta da una squadra, in cui quasi tutti hanno reso più del solito, come razionalmente ho dimostrato, ho letto da più parti che i meriti son dei “vecchi”, orgoglio e pregiudizio. Orgoglio secondo loro, pregiudizio secondo me..

Ecco perché prima di passare al prossimo albo, al prossimo match, da buon indagatore dell’incubo devo riparlare dell’Alba dei morti viventi.

Ad un'analisi cosi lirica fatta da quasi tutti i commentatori nerazzurri, ho aggrottato cosi tanto il sopracciglio che mi è sgorgato sangue;  in fondo anche la celebrazione del nulla produce qualcosa, in un mondo in cui gli ignoranti hanno certezze assolute ed un genio insegnava che tutto è relativo, mi son posto da buon indagatore dell’incubo una domanda semplice:

È nato prima l’uovo o la gallina?

Questa domanda cult che prima era pregna di cuoio e tabacco, di riflessioni da fare al dolce fuoco di un camino magari sorseggiando una tequila sunrise, ormai  puzza un po’ di populismo e di superficialità, il vinile è rovinato e saltella e a Dyd questo da fastidio peggio delle battute di Groucho, perché proprio cosi nascono i miti e le leggende..che producono incubi, quelli che durano da gennaio 2010…

Mi son rivisto Catania - Inter, il link lo potete trovare giù, per trovare traccia di :

-        Carica agonistica dei vecchi :

-        Infusione di tranquillità e fierezza

-        Voglia di non arrendersi al destino

Innanzitutto questa è la carica agonistica di Zanetti, sempre fuori posizione, sempre a temporeggiare,

Addirittura il giocatore del Catania che riceve palla, casca pure con il culo per terra ed ha il tempo di rialzarsi, lui li a temporeggiare, a nascondersi come un Capitan Schettino.

JJ va in confusione all’inizio perché ha sempre giocato da centrale sinistro e a Catania gioca da centrale destro (e in una difesa a quattro questo conta e parecchio)  con Zanetti che non partecipa  alla fase difensiva adeguatamente, si  rende protagonista solo di rinvii e di passeggiate e non attacca mai la palla o prova un contrasto che sia uno.

Nello specifico dov’è l’analisi del contesto rispetto alla nuova posizione di JJ ? Quello di sopra è solo un esempio, guardatevi  Catania-Inter con il focus sulla carica agonistica dei vecchi e paragonatela a quella dei Gargano, degli Schelotto, dei Pereira e degli Alvarez.

Son curioso della vostra opinione.

Andiamo alla voce non arrendersi agli eventi:

-        Ho visto Pereira contrastare, volare in sforbiciata per evitare il gol

-        Ho visto Pereira attaccare nel primo tempo anche se il Catania attaccava soprattutto a sinistra.

-        Ho visto Schelotto aggredire la palla come un leone

-        Ho visto addirittura Alvarez gettarsi in tuffo per il gol più importante del match

-        Ho visto Alvarez andare in tackle sull’avversario.

-        Ho visto Gargano aggredire la palla con 7 polmoni e due cuori .

 

Dire affermare che Gargano Schelotto Alvarez e Pereira son stati trascinati da altri, mi fa un po’  specie e non rende merito ai reali protagonisti della partita.

 

Passiamo alla famosa analisi del contesto quella vera, quella reale, quella che puo’ aiutarti Strama a distruggere questo sempiterno ritorno al crepuscolo

-        Nel primo tempo il Catania difendeva in maniera aggressiva.

-        Pereira era sempre raddoppiato

-        Kuz non aveva una linea di passaggio facile e non solo per la sua lentezza e non perché Alvarez chiudeva il corridoio a Pereira, bensi’ perché il Catania difendeva compatto, tutti dietro la linea della palla, raddoppiavano e ringhiavano su ogni pallone.

-        Rocchi non è una punta che svaria, ma a modo suo ha anche pressato, ma non è stato la qualità del suo pressing il motivo per il quale l’ intera fase difensiva del Catania è stata facilitata (ho letto anche questo), bensì quello(la fase difensiva del Catania) è proprio uno dei punti di forza della squadra etnea, mentre la mancanza di pressing di squadra è proprio uno dei nostri punti deboli.

-        Nel secondo tempo il Catania è calato fisicamente, il pressing ringhioso e la compattezza di squadra era solo un ricordo.

-        Entra Deki, Biagianti cottissimo non riesce più a pressare, viene sostituito da Almiron che fa peggio di lui.

-        Il Catania non raddoppia più, ed è per questo che Deki senza pressione riesce a trovare Pereira libero a sinistra con buona frequenza, ma non per la carica agonistica dei vecchi visto che Deki al primo contropiede ha arrancato come non mai. 

-        Con il Catania del primo tempo, il gioco di Palacio e Deki sarebbe stato differente.

-        Mente succedeva tutto questo Schelotto, Alvarez, Pereira, Gargano non si son fermati un attimo..

Catania era un incubo secondario, il vero incubo, il vero Maelstrom nerazzurro è proprio questo, il sempiterno ritorno al crepuscolo di giudicare i vecchi in un certo modo quando in effetti gli altri si son caricati sulle spalle la squadra.

Quando i nuovi devono giocare quasi tutti fuori ruolo e portare la croce perchè gli altri passeggiano e si nascondono giocando nelle loro zolle preferite.

Già nel primo tempo la squadra giocava da squadra e i nuovi e quelli che vengono costantemente sottovalutati e mai esaltati nonostante fuori ruolo, si son caricati la squadra sulle spalle, ma c’era in campo anche un’altra squadra e siamo andati sotto per due clamorosi errori, uno individuale ed uno di Strama che non ha curato bene uno dei punti di forza del Catania vale a dire gli schemi su calcio piazzato , come avevo evidenziato nel report prematch

Non contestualizzare davvero, dando meriti dove non ci sono, fa solo in modo di aiutare Stramaccioni a partorire delle aberranti convinzioni, perché il rischio è quello  di ritenere Deki indispensabile anche quando le squadre avversarie nei primi 60/70 minuti fanno il solito forcing.

Il rischio è quello di bruciare 15 milioni di investimento.

Il rischio frettoloso è quello sempre di considerare una campagna acquisti fallimentare, quando i giocatori vengono poi schierati fuori ruolo, e quando questi anche da fuori ruolo cacciano fuori le palle, allora per una sorta di prostituzione intellettuale nerazzurra o semplicemente incompetenza o perche davvero il tifoso nerazzurro vive in questa bolla asada, si mette su il vinile del triplete, che fa danni anche se lo si ascolta per 3 secondi, come il canto delle sirene.

Il Maelstrom nerazzurro uccide i nostri sogni e alle sirene basta cantare per pochi secondi le gesta eroiche di Madrid per farci infrangere contro i soliti scogli, per innescare il solito circolo vizioso che non deve essere più alimentato !

 

.Caro Strama, mio diletto,  te lo dico con il cuore di Johnny in mano, è vietato maturare la convinzione che dopo la partita di Catania, Deki debba giocare titolare 70 minuti,  e che ieri  sia stato merito dei vecchi. Lascia stare le sonate dei lirici, non ti curar di loro ma guarda e passa, più che altro dai un occhiata alla fisica quaggiù che qualche idea forse te la fa venire in mente.

-        Abbi il coraggio di rischiare Kovacic regista tra Gargano ed uno a scelta tra Benassi (preferirei questa scelta), Cambiasso o  Kuz.

-        Migliora la fase difensiva di Guarin, migliora la sua tecnica di contrasto, migliora il suo tempo di inserimento sul contrasto, migliora  la sua postura nella protezione della palla, cosi che il prossimo anno puo’ prendere il posto di Gargano

-        Fai giocare l’Inter con una punta, non sopportiamo le due punte

-        Fai giocare dietro la punta Guarin e Alvarez, ora.

-        Insegna a Schelotto i tempi del terzino;  è un giocatore che attacca la palla e contrasta, e rischialo terzino appena puoi

Ora ho la presunzione di presentarti Tottenham-Inter.

 

Giovedì ci recheremo  a Londra per giocare una partita fondamentale per il prosieguo della nostra  stagione.

Per questa nostra seconda avventura da indagatore dell’incubo nerazzurro, ed è ancora una volta un karma, la mia storia di Dyd e del secondo albo si intreccia in maniera inequivocabile a quella dell’Inter..

Sarà  Bale il nostro Jack che dovrò stanare ?  Quanta paura avete di camminare nei meandri oscuri dell’EL.. Mi si inumidiscono le orbite di pus al solo pensiero…

Presentiamo la squadra di Jack il Tottenham Hotspurs

                            Ultimo Match di EL                                                       Ultimo Match di Premier League

Nelle ultime sei partite comprese quelle con il Lione hanno collezionato 5 vittorie ed un pareggio, 11 gol fatti e 6 subiti .

Non sappiamo ancora i convocati, e se sceglieranno l’abituale 4231.

Punti di forza del Tottenham :

Fase offensiva

-        Gioco di rimessa, contrattacchi

-        Lanci lunghi a scavalcare il centrocampo

-        Creare opportunità attraverso giocate individuali

-        Creano un buon numero di occasioni da rete a partita

-        Buoni schemi sulle palle inattive

Fase difensiva

-        Difendono molto bene su palla inattiva

-        Buone doti di recupero palla

 

Punti deboli del Tottenham :

-        Duelli aerei

-        Protezione del vantaggio.

 

Stile di gioco del Tottenham :

Fase offensiva

-        Lanciamo molto lungo ( e lo fanno bene)

-        Tirano spesso in porta

-        Attacco al centro

Fase difensiva

-        Usano la trappola del fuorigioco

-        Non hanno una difesa aggressiva

Adebajor recupera ?

Qui potete rivedervi Tottenham-Arsenal :

http://www.matchhighlight.com/full-match-game/premier-league-full-match-game/tottenham-hotspur-v-arsenal-03-03-13/

 

Ora riprendiamo e aggiorniamo l’analisi fatta sull’Inter :

Ultimo Match di EL                                                                                  Ultima partita di campionato

 

Punti di forza dell’Inter :

- Difesa da calcio da fermo

- Buona protezione del vantaggio

Punti deboli:

- Fermare gli avversari da creare chance

- Fermare gli attacchi sulle fasce

- Difesa contro giocatori forti tecnicamente

- Evitare errori individuali

Stile dell’Inter:

- Preferisce attaccare sulla fascia sx

- Tiri da qualsiasi posizione

- Passaggi corti

- Difesa non aggressiva

- Gli avversari di solito si difendono sempre in maniera aggressiva

Qui potete rivedere Catania-Inter :

http://www.footballorgin.com/2013/03/serie-catania-v-inter-milan-full-match.html

Guarin recupera ?

Mettiamo nel nostro boston questi dati, shakeriamo come al solito e vediamo che succede.

Analisi numerica

Questo è il confronto dell’AR dell’ultimo match di EL di entrambe, nonostante il valore globale come si vede nel dato “somma” sia estremamente a favore di FCI, il Tottenham giocando con un centrocampo a 5 avrebbe comunque la meglio in fase di transizione e la loro fase offensiva avrebbe più opportunità.

La differenza tra loro fase offensiva e la nostra difesa è di 11,6  pt a nostro favore, che sono un buon margine, ma tra i nostri punti deboli, c’è il fatto di commettere spesso errori individuali che consentono alle squadre avversarie di segnare(vedi Catania, ma ci sono anche altri esempi), quindi giocare con due punte, sarebbe un rischio inutile a prescindere, e soprattutto considerando che la nostra squadra non sopporta le due punte dal punto di vista difensivo, sarebbe un errore madornale, perchè a Londra si può vincere.

A Strama proporrei una cosa del genere:

-        Un 4231 cosi da contrastarli bene a centrocampo. Avremmo forse più chance rispetto a loro e la differenza di tenuta difesa vs attacco pende dalla nostra parte.

-        Se gioca Ade, sarà fondamentale la copertura di testa di Ranocchia su di lui, proprio perché come espresso su, il Tottenham non palleggia ma lancia e verticalizza.

-        Di solito Il Tottenham non ha una difesa aggressiva, anche se nel derby di Londra almeno all’inizio c’han provato, il pressing non è di squadra ma individuale, di certo raddoppieranno Alvarez, ma se schieriamo anche  Guarin e Kova, possono soffrire questo nuovo scenario

-        L’Arsenal ha fatto gran possesso palla, ma hanno vinto gli Spurs, perchè sono micidiali nelle ripartenze, hanno soluzioni offensive letali : lancio lungo per Ade, profondità per Bale e Lennon, quindi bisogna non dargli metri di campo alle spalle dei difensori, perché quello è il loro territorio, difesa bassa, palleggio basso ma non lezioso, e poi verticalizzazioni improvvise, loro usano molto spesso  la trappola del fuorigioco, possiamo prenderli in castagna, con i tagli di Palacio.

Caro Strama c’è chi dice che la vita di tutti è soltanto un sogno, ecco diamo ragione a chi la pensa cosi e facci sognare!

 

06/03/2013 Categories: Commenti pre-partita
©dopolavorointer.com
Rate this Content 0 Votes
You must sign in to this site to post comments.
Comments are closed on this post.



Seguici anche su

   


I Social ufficiali FC Inter

Inter TwetterInter FBInter YoutubeInter Instagram


 

 

desparentsautop.com

Consigli

per genitori al top!


desparentsautop.com/

 


 

Related Posts