Cluj-Inter 0-3: poco turnover, tanto Guarin

di AngelOne

Stramaccioni sceglie di affrontare il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League in Romania praticamente con tutti i titolari: esclusi i soli Nagatomo e Gargano, si vede in campo un atipico 4231 con Zanetti, Ranocchia, Juan Jesus e Pereira in difesa, Cambiasso e Kovacic a centrocampo, Alvarez e Guarin sulle fasce pronti ad attaccare assieme a Palacio inizialmente qualche metro dietro Cassano.

Schieramento certamente offensivo probabilmente volto a mettere subito in discesa la partita per non patire troppo nei 90 minuti: scelta abbastanza discutibile, anche alla luce delle dichiarazioni post-Firenze del mister che indicava le partite del giovedì come le responsabili della nostra scarsa energia alla domenica. Strama sceglie invece di non gettare nella mischia immediatamente neanche un Primavera e di andare sul sicuro. Nell'ottica di giocarsi questa Europa League questa decisione, invece, non fa una piega.

Stasera Alvarez è finalmente ispirato, come Palacio: i due argentini confezionano una bellissima azione per il gol dello 0-1 di Guarin, servito proprio dal Trenza tutto libero in area di rigore rumena. La qualificazione è ulteriormente in cassaforte.

La partita scorre tranquilla con l'ex Velez che regala altre giocate e Guarin che si impone fisicamente in ogni parte del campo: il colombiano risulta ancora strabordante e recupera dalla prova negativa contro la Fiorentina. Proprio lui mette va ancora a segno per lo 0-2 dopo una gran palla di Cassano e una papera del portiere Felgueiras. E' il 45' minuto del primo tempo.

I numeri dell'ex Porto finora parlano di un centrocampista altamente prolifico, come da tempo non vedevamo in nerazzurro: decimo gol stagionale in 34 presenze, quarto in Europa League in 8 partite.

Solo nella ripresa c'è spazio per il turnover: il talentino Benassi sostituisce Palacio, poco dopo Pasa entra per Ricky Alvarez. Vista questa sostituzione, si preannuncia un derby da titolare per l'argentino?

La partita vede un sicurissimo Handanovic tra i pali, un più che sufficiente Pereira sulla fascia sinistra e un Kovacic che almeno questa sera svolge soltanto il cosiddetto "compitino". Minuti in Europa anche per Mbaye che subentra al 66' al nostro numero 14.

Fino al novantesimo c'è spazio per alcune giocate geniali di Cassano che libera due volte Benassi solo davanti al portiere: nella prima occasione il difensore del Cluj Camora lo stende da dietro guadagnandosi l'espulsione, nella seconda il baby nerazzurro castiga Felgueiras per il suo primo gol in assoluto tra i professionisti. Grande esultanza per Marco per la sua rete più che meritata: è certamente un giocatore in cui continuare a credere e non da lasciare nel dimenticatoio da qui a fine stagione.

Purtroppo nel finale di match c'è anche una brutta notizia: Ranocchia si ferma per un problema al ginocchio. Le voci nel post partita si rincorrono e parlano di una probabile distorsione (da valutare domani). In ottica derby è sicuramente una tegola che non ci voleva.

Ritroveremo l'Europa League il 7 e il 14 marzo, in una sfida molto affascinante con il Tottenham di Villas Boas. Gli Spurs superano il Lione nei sedicesimi grazie a un gol di Dembelè al 90' che pareggia l'1-0 che avrebbe invece qualificato i francesi. Una scomodissima avversaria per noi, quindi, negli ottavi di finale che a questo punto per forza di cose non potranno essere snobbati.

Ma ora testa al derby di domenica sera. Bisognerà frenare l'entusiasmo rossonero dopo la vittoria di ieri sera e non far allontanare l'obiettivo principale della società nerazzurra: il terzo posto in campionato per la qualificazione in Champions League. Resta da capire come ci schiereremo contro la squadra di Allegri, se confermeremo questa sorta di 4231 oppure cambieremo ancora pelle, anche se quasi certamente vedremo il ritorno tra i titolari di Gargano (al netto dei suoi problemi fisici) e probabilmente di Kuzmanovic.

Se Ranocchia (come sembra) dovesse essere indisponibile per domenica, si parlerà tantissimo in queste ore della scelta del mister di schierare praticamente tutti i titolari in una partita come quella di oggi che forse poteva essere affrontata con qualche rincalzo (anche Primavera). Lo stop di Andrea è certamente sfortuna, ma perdere Milito (per tutta la stagione) ed eventualmente Ranocchia per il derby, in due partite contro il Cluj, può pesare davvero tantissimo.

 

TABELLINO CLUJ-INTER 0-3

Cluj (3-4-1-2): Felgueiras; Cadù, Piccolo, Rada (37' Kapetanos); Pinto, Sepsi, Godemeche, Camora; Muresan (9' Hora); Rui Pedro (26' st Diogo Valente), Maah. A disposizione: Stancioiu, Maftei, Celestino, Bjelanovic. All. Paulo Sergio

Inter (4-4-2): Handanovic; Zanetti, Ranocchia, Juan Jesus, Alvaro Pereira; Guarìn (21' st Mbaye), Cambiasso, Kovacic, Alvarez (9' st Pasa); Palacio (1' st Benassi), Cassano. A disposizione: Belec, Chivu, Gargano, Terrani. All. Stramaccioni

Arbitro: Pawel

Marcatori: 22' Guarìn, 45' Guarìn, 44' st Benassi

Ammoniti: Kovacic (I), Kapetanos, Cadu (C)

Espulsi: Camora (C)

21/02/2013 Categories: Commenti post-partita
©dopolavorointer.com
Rate this Content 0 Votes
You must sign in to this site to post comments.
Comments are closed on this post.



Seguici anche su

   


I Social ufficiali FC Inter

Inter TwetterInter FBInter YoutubeInter Instagram


 

 

desparentsautop.com

Consigli

per genitori al top!


desparentsautop.com/

 


 

Related Posts