Catania-Inter 2-3: Bhua

di giggioneggio

Bhua. E’ l’espressione con cui i neonati di solito salutano una conquista appena ottenuta, in un misto di sorpresa e soddisfazione (l’esperienza di zio insegna). Dopo una vittoria del genere, non ho potuto fare a meno che esclamare “bhua” , convinto che fosse la sintesi perfetta del mio stato d’animo nonché dell’universo del tifo neroazzurro al cospetto della treccia rotante del buon Rodrigo.

Passato lo svarione post “tripla poppata”, sono tornato sulla terra degli adulti, per chiedermi ciò che ci resta dopo Catania.

Nutrivo, razionalmente, un incauto ottimismo, dovuto essenzialmente alla disposizione in campo provata da Stramaccioni in settimana, quel 4231 ben presto sacrificato sull’altare del “tridente fantasia” evoluto, anzi ingrassato col tempo fino a diventare “tridente pesante”.

 L’impressione è che il 4-2-3-1 sia lo schema che il mister riesce a maneggiare con più cura, che sente più suo, con un ala più “offensiva” bilanciata da una più fisica e di corsa, un fantasista dietro ad una punta di manovra, con una coppia di centrocampisti in cui uno fa “la mente”, e l’altro ci mette la corsa.

Così, mentre vedevo l’onesto Schelotto arare la fascia nella ripresa del Massimino, devo essermi appisolato, perché al suo posto ho visto comparire il passo pesante di Jonathan e la sua fronte sudata, e mi sono ritrovato davanti al PC,in un’afosa serata di Luglio, ad ammirare la trasformazione di Schelotto in Jonathan, Coutinho in Alvarez, Palacio in Palacio,e poi Mudy era Gargano con affianco il Guaro, e un nanetto olandese roteava le braccine al posto di una treccia.

24 Luglio, Como – Inter 2-3.

Mi sono risvegliato,7 mesi dopo, con la sensazione, anzi la certezza, che si sia davvero buttato del tempo, e che l’Inter non sia capace ancora di esprimere un calcio adulto e articolato, ma sia ancora come quei neonati, che agguantano il giocattolo soltanto per un istante.

Insomma, credo che il cammino verso l’università della Champions è ancora piuttosto lungo, e in più c’è il personale rammarico di non aver sentito i genitori dar ascolto al maestro (non sarà Montessori, ma è pur sempre un maestro),e così a Giugno è probabile che si cambierà di nuovo scuola…..Bhua!

 

05/03/2013 Categories: Commenti post-partita Serie A
©dopolavorointer.com
Rate this Content 0 Votes
You must sign in to this site to post comments.
Comments are closed on this post.



Seguici anche su

   


I Social ufficiali FC Inter

Inter TwetterInter FBInter YoutubeInter Instagram


 

 

desparentsautop.com

Consigli

per genitori al top!


desparentsautop.com/

 


 

Related Posts