Cagliari Inter, le Pagellonze

di Jon Bon Jovi

Handanovic: Puntuale l’intervento su punizione insidiosa, Borriello riesce a beffarlo con un colpo di testa angolato da distanza ravvicinata. Voto 6,5

D’Ambrosio: Anticipato da Borriello nell’occasione del 2-1. Unico errore, sia pure significativo, nel contesto di una partita ben giocata in entrambe le fasi (9 duelli vinti su 13, precisione del 75,9% nei passaggi nella metà campo avversaria). Sorprendente una sua conclusione dalla distanza, al pari del filtrante per Icardi nell’azione del penalty. Voto 6,5

Medel: I centrali difensivi concedono ben poco al Cagliari, disimpegnandosi senza eccessive difficoltà. Da applausi l’intervento in sforbiciata che evita lo svantaggio, dopo che Joao Pedro  aveva scavalcato Handanovic con un pallonetto. Voto 7

Miranda: In ripresa rispetto ad alcune prestazioni non all’altezza della sua fama ed esperienza. Ruvido nel confronto con Borriello, ben controllato. Voto 6,5

Ansaldi: Ritorna titolare nella linea difensiva a 4 e si disimpegna discretamente, supporta la manovra e non soffre le offensive cagliaritane. Esce nel finale precauzionalmente. Voto 6

Gagliardini: Firma con un destro dalla distanza il 5-1, nobilitando una partita giocata in modo esemplare sul piano tattico. Poche iniziative sulla trequarti avversaria, tanta sostanza e mobilità. Meritato, per il rendimento complessivamente offerto, il primo gol in nerazzurro. Voto 7

Kondogbia: Imbarazzanti un “liscio” al limite dell’area e un tiro ampiamente largo. Geoffrey mostra comunque una certa personalità e si riprende dopo un avvio disastroso. Coglie una traversa con la decisiva complicità di un orrido Gabriel e, nella ripresa, impegna il portiere del Cagliari dalla distanza con un sinistro potente. Offre il consueto contributo in termini difensivi (11 palloni recuperati). Voto 6

Candreva: Più tonico e continuo nel gioco rispetto alle precedenti apparizioni. Mostra una buona intesa con D’Ambrosio e trae indubbio giovamento dal mutamento tattico deciso da Pioli. Voto 6

Banega: Improvvisamente decide di illuminare il gioco. In pochi minuti serve Kondogbia con un cross mancino e manda in porta Perisic. Suggella la sua rinascita con la perfetta punizione del 2-0. Meno incisivo nella ripresa, ma molto più nel vivo del gioco. Voto 7,5

Perisic: Doppietta d’autore. Sontuoso il controllo su assist di Banega, con immediato tocco mancino ad anticipare Gabriel. Puntuale e chirurgico il destro a giro su invito di Icardi, sporcato da Di Gennaro. Migliore in campo. Voto 8

Icardi: La qualità della sua performance migliora sensibilmente col trascorrere dei minuti. Protagonista nell’azione del 3-1, si procura e realizza il penalty che sigilla il match. Si muove su tutto il fronte offensivo ma non è sempre preciso in area di rigore. Nel primo tempo non riesce ad avventarsi col giusto tempismo sul pallone delizioso di Perisic, al tramonto della partita coglie la traversa dopo grande accelerazione di Joao Mario. Voto 7

 

Sostituti

Eder: Mette il piede nell’azione del 5-1. Voto 6

Joao Mario: Un grande assist per Icardi e tanta ordinaria amministrazione. s.v.

Nagatomo: Gioca solo pochi minuti, per fortuna. s.v.

 

Allenatore

Pioli: Ritorna al 4231, schierando una formazione logica, e viene ricompensato con una goleada che non lascia spazio a recriminazioni. Voto 7,5

06/03/2017 Categories: Le pagellonze
©dopolavorointer.com
Rate this Content 12 Votes
You must sign in to this site to post comments.
Comments are closed on this post.



Seguici anche su

   


I Social ufficiali FC Inter

Inter TwetterInter FBInter YoutubeInter Instagram


 

 

desparentsautop.com

Consigli

per genitori al top!


desparentsautop.com/

 


 

Related Posts