Appunti post Empoli-Inter 0-2 (e le Pagellonze)

di AngelOne

- Prima partita in cui non andiamo sotto nel punteggio, in cui facciamo gol già nel primo tempo, in cui non subiamo neanche una rete. A Empoli ho visto un'ottima squadra nei primi 45 minuti (nel s.t. partita addormentata praticamente), pressing alto e organizzato, buona gestione della palla tranne in alcuni tratti in cui i toscani hanno provato a impensierirci. Nel complesso una buonissima Inter, alla sua terza vittoria consecutiva (non ci riusciva dal novembre scorso).

- De Boer "azzecca" di nuovo formazione con questo 4141 con due interpreti più difensivi rispetto a quelli scesi in campo contro la Juve: Kondogbia e Perisic al posto di Banega e Eder. In realtà soprattutto nel primo tempo la differenza non si nota perchè la squadra è compatta e solida e pressa sempre al momento giusto, alta al punto giusto. L'Empoli va spesso in confusione, fa degli errori e noi ne approfittiamo. Dobbiamo continuare su questa squadra. Forza Frank.

- Continua il magic moment di Maurito Icardi, non solo per i due gol, comunque fondamentali: il numero 9 si sbatte, protegge palla più del recente passato, dialoga coi compagni e davanti a Skorupski non perdona. Per ora non possiamo chiedergli di più.

- Joao Mario sempre più padrone silenzioso del nostro centrocampo, anche stasera protagonista di un'ottima prestazione e di un assist decisivo per Icardi. Per ora proprio un gran bell'acquisto.

- Anche Candreva è stato protagonista di un'altra partita tutta sostanza e assist. Come contro la Juventus, sulla destra l'ex Lazio si è fatto sentire parecchio, come i nostri terzini, continuamente in sovrapposizione, finchè il fiato ha retto: peccato per la loro consistenza tecnica (mediocre) ma i movimenti richiesti loro dall'allenatore sono un bel vedere.

- Prossima partita a San Siro contro il Bologna: forse vedremo l'esordio di Gabriel Barbosa, oggi in panchina ma non subentrato. Il mister probabilmente riproporrà gli stessi 11 visti stasera con Banega per Kondo (oggi appena sufficiente) e un potenziale recuperato Ansaldi per uno dei terzini. Fondamentale per me non perdere l'identità acquisita in queste due partite, ma continuare a lavorarci sopra di pari passo con la tenuta atletica.

LE PAGELLONZE DI JON BONJOVI

Handanovic: Trascorre una prima frazione di gioco abbastanza tranquilla, sino alle velenose incursioni dell’ex Dimarco, fermato con una parata strepitosa di piede sul primo tentativo. Partita leggermente diversa nella ripresa, con qualche svarione di Murillo che regala a Pucciarelli una nitida chance per siglare il gol che poteva riaprire il match. I minuti conclusivi trascorrono in modo abbastanza tranquillo per il portiere sloveno, eccezion fatta per un tiro velenoso di Marilungo e per il destro incrociato di Pucciarelli. Voto 6,5

D’Ambrosio: Ottime le combinazioni sulla fascia destra con Candreva. Un duetto fra i due esterni propizia la rete del vantaggio. Il terzino ex-Torino avrebbe anche la possibilità di mettere a segno il 3-0 ma il suo piatto destro è bloccato in due tempi da Skorupski. Ordinaria amministrazione nella ripresa. Voto 6,5

Miranda: Incomprensibile l’intervento su Maccarone che gli costa un giallo. Eccellente la chiusura su Pucciarelli in tackle, effettuata con il consueto tempismo. Voto 6,5

Murillo: Ammonito dopo soli due minuti, riesce a limitare la propria foga ma regala una clamorosa occasione a Pucciarelli con uno scellerato retropassaggio. Non sempre impeccabile. Voto 5,5

Santon: L’intesa con Perisic cresce ma non è ancora ottimale. Attento e solido in fase difensiva. Voto 6

Medel: Prestazione positiva, sia pure senza particolari squilli. Voto 6

Kondogbia: Sufficiente  il suo primo tempo, in cui riesce anche a portarsi al tiro. Calo significativo col passare dei minuti, sino al cambio. Sufficienza stentata. Voto 6

Joao Mario: L’assist perfetto per il 2-0 di Icardi è l’acuto nel contesto di un’ulteriore ottima esibizione. Importante il suo apporto anche sul piano “quantitativo”. Voto 7

Candreva: Assist per Icardi e buon contributo anche in fase di ripiegamento. Spreca un buon servizio del capitano con un sinistro centrale. Voto 7

Perisic: Il suo finale di match èin crescendo, a testimonianza di una condizione atletica in crescita. Avrebbe potuto sfruttar meglio un errato rinvio di Skorupski per cogliere il 3-0. Voto 6

Icardi: Puntuale su perfetto cross di Candreva e spietato su verticalizzazione di Joao Mario. Non altrettanto freddo quando vanifica la colossale chance del 3-0. Sempre più uomo squadra con 6 reti in 5 presenze. Voto 7,5

 

Sostituti

Eder: Si scontra con Icardi nell’unica incursione offensiva di un certo rilievo. Encomiabile il suo lavoro di copertura. Voto 6

Gnoukouri: Troppo timido per incidere sulla partita. Avrebbe bisogno di andare in prestito per maturare. Voto 5,5

Felipe Melo: Entra in campo con il giusto spirito. S.v.

 

Allenatore

De Boer: Si nota la sua impronta tattica, nonostante il calendario serrato e le note problematiche legate alla tempistica del suo approdo in nerazzurro. L’Inter del primo tempo è quasi perfetta, 25 minuti di altissimo livello cui fa seguito una gestione ampiamente positiva del risultato. Meno eccitante la ripresa, con la squadra che accusa il dispendio elevato di energie legato alla precedente partita. Voto 7,5

 

21/09/2016 Categories: Commenti post-partita Le pagellonze
©dopolavorointer.com
Rate this Content 17 Votes
You must sign in to this site to post comments.
Comments are closed on this post.



Seguici anche su

   


I Social ufficiali FC Inter

Inter TwetterInter FBInter YoutubeInter Instagram


 

 

desparentsautop.com

Consigli

per genitori al top!


desparentsautop.com/

 


 

Related Posts